Liquidi di raffreddamento motore: quale utilizzare? | Arexons
Arexons

Novità

Profumatori per auto IntensityClicca e scarica la APP di Arexons!

Liquidi di raffreddamento motore: quale utilizzare?

Data: 01/12/2016

Scrive Francesco: Buongiorno, in merito al liquido raffreddamento motore, avete vari prodotti Arexons: Rolin Alusil Giallo, Rolin Alusil Rosso, Rolin Fluid Verde se non sbaglio, Rolin Alux Viola. Leggendo le schede sembrano tutti uguali e tutti possono essere miscelati con altri colori, io lo devo usare per la sostituzione totale in una vecchia Yamaha del 1985 e vorrei il miglior prodotto per lubrificare la pompa e che protegga la testa in magnesio e il resto in alluminio. Inoltre vorrei capire se va sempre diluito o può essere usato puro. Vi ringrazio anticipatamente.

 

Risponde l'esperto Arexons, Guido Milani:

Buongiorno Francesco, i liquidi di raffreddamento si dividono sostanzialmente in due famiglie: i “tradizionali”, con una inibizione della corrosione data da materie prime a base inorganica, e quelli di “nuova generazione”, nati dall’avvento dell’euro 4, con una inibizione organica che protegge anche dalle corrosioni galvaniche. Nella nostra gamma abbiamo Rolin Fluid (capostipite) e Rolin Alusil  “tradizionali” inorganici, Rolin Alux di “nuova generazione” organico. Rolin Alux Viola è fuori produzione, oggi potrà trovare Rolin Alux 1.13 sempre a base organica. Premesso questo, per una vettura come la sua del 1985 le suggerirei di utilizzare un prodotto tradizionale come Rolin Fluid; non è necessario usare un liquido di nuova generazione perché la meccanica è quella degli anni ’80. È assolutamente necessario diluire almeno 1:1 (50%) i prodotti utilizzando acqua anche di rete se non eccessivamente dura.

Allegati:

Lista degli allegati da scaricare.

Descrizione Allegato

Categorie:

Lista delle categorie a cui il post è associato.

manutenzione auto

Entra in contatto! Segui Arexons sul tuo Social Network preferito!

Rimani sempre aggiornato sul mondo Arexons!
Iscriviti per ricevere ogni mese la newsletter.

Vai all'archivio Newsletter »